Caffè Leonardo da Vinci

Come partecipare

Biblioteca a cielo aperto è un modo di diffondere i libri ovunque. Gratuitamente. In tutti i luoghi urbani. Affidandosi al bookcrossing soprattutto ma anche tramite il recupero a domicilio di biblioteche personali.

Chi può diventare un BiblioCorner? Scuole, ospedali, carceri. Orti, condomini, negozi di qualunque tipo (bar, tintorie, erboristerie, mercati, guardini pubblici…), le stesse biblioteche, sedi associative, centri anziani e i luoghi professionali che offrono servizi (ASL, ambulatori, Poste).

Dove? Per ragioni di fattibilità Biblioteca a cielo aperto parte nell’Ottavo municipio. Ma offre il suo supporto a chi lo chiederà. Ovunque. Stiamo aspettando, per esempio, che tramite le socie di Donne di carta, la sua avventura si estenda in altre regioni.

Le strutture: cesti o bauli, cassette e casette, tavoli, scaffali, bacheche, padiglioni, aule, sottoscala condominiali, parti comuni di edifici privati o pubblici. Inventa!

I luoghi dei libri sono i luoghi dove vivono le persone: una biblioteca diffusa.

Chi recupera i libri? Per lo start up è previsto un nostro sostegno nella fornitura. Nell’economia del libero scambio sarà poi la comunità che gravita intorno al BiblioCorner a farsi carico di mantenere il fondo librario. Ma noi non abbandoniamo nessuno!

Hai libri da donare?

Quali? Noi non recuperiamo enciclopedie, dizionari e testi di studio (scolastici e universitari). Tutto il resto dello scibile in forma scritta e anche audiovisiva (ma non videocassette) è benvenuto. Per doni consistenti devi scriverci perché preferiamo che sia tu a inviarli al nostro magazzino; per pochi volumi possiamo concertare un recupero a domicilio o on the road tramite le tappe di sosta del nostro BiblioPorter.

Se, invece, hai solo desiderio di scambiare un libro consulta la Mappa dei BiblioCorner e… cammina!

Impegni di un BiblioCorner

Ogni BiblioCorner si impegna ad essere un punto di distribuzione tematico e non un’accozzaglia di libri vari. Con tutto il rispetto per l’accozzaglia, stiamo reimpostando il nostro Catalogo Municipale Tematico (CaMuT) [clicca per consultarlo] per orientare i desideri di lettura della cittadinanza.

I nostri volontari, soci delle associazioni promotrici coadiuvati per un tratto di strada da ragazzi e ragazze del Servizio Civile, catalogano ogni libro per autore, titolo, edizione, anno, categoria tematica indicando il “luogo” dove potrai trovarlo, scambiarlo, portarlo.

Vuoi darci una mano? Si tratta di dedicare un po’ del tuo tempo.

I BiblioCorner  possono anche mettere a disposizione spazi per creare eventi, seminari, presentazioni editoriali, convegni, spettacoli teatrali e/o musicali rinforzando il legame con la creatività del territorio.

Se ti piace il modello… copiaci o entra in rete!

Biblioteca a Cielo Aperto nasce dal territorio, anche nella sua diffusione la forza lavoro resta quella del volontariato e dell’impegno personale.

Ma i soldi per garantire la continuità del progetto?

La scelta di fondo è affidarsi al crowdfunding per conservare l’idea della costruzione collettiva e garantire al Progetto stesso una sua autonomia. E cmq siamo volontar* e portiamo avanti BACA partendo da noi.

Una socia di Donne di carta ci ha offerto un magazzino per il deposito libri, anche se nutriamo l’ambizione di ottenere, più prima che poi, uno spazio pubblico che consenta a tutt* l’accesso.

Insomma, noi ce la caviamo ma se vuoi sostenerci…

Vuoi diventare un BiblioCorner? Vuoi catalogare? Vuoi donare libri? Hai già un punto di bookcrossing e vuoi entrare in rete? Vuoi che il BiblioPorter giri nel tuo quartiere?

Invia la richiesta alla pagina Contatti.

BENVENUTA/O!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Un modello urbano di lettura diffusa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: